Prestito ipotecario

Il prestito ipotecario è una tipologia di servizio che viene offerto dalle banche e dalle società finanziarie con il quale viene prestato del denaro dietro fornitura di una garanzia reale, ovvero un’ipoteca su un immobile di proprietà. Solitamente il prestito ipotecario viene concesso per poter ottenere dei prestiti dall’importo non elevatissimo, ma che comunque è difficile coprire con un semplice prestito chirografario.

Il prestito con ipoteca implica, nel caso in cui il cliente fosse in difficoltà con il pagamento delle rate e non riuscisse a pagare un determinato numero di rate, la società finanziaria che ha concesso il prestito possono recuperare il credito ritirando la casa. Questa, dunque, resta vincolata fino al pagamento dell’ultima rata.

Il vantaggio principale di un prestito con ipoteca riguarda l’ammontare massimo del prestito che possiamo chiedere. Questa tipologia di prestito è un prestito non finalizzato, dunque non bisognerà fornire alcuna spiegazione in merito alle spese da dover effettuare.

Il prestito ipotecario può essere chiesto anche da coloro che vogliono iniziare una nuova attività e che, almeno per l’inizio della stessa, non hanno a disposizione un grande ammontare di denaro. Può essere chiesto da qualunque categoria di lavoratori: liberi professionisti, artigiani, ecc.

Solitamente è un prestito che viene concesso alle persone fisiche, dunque è accessibile anche a chi fosse stato segnalato come cattivo pagatore, dato che il rimborso delle rate è garantito dalla presenza dell‘ipoteca sull’immobile.

Questo tipo di prestito può essere chiesto anche nel caso in cui l’immobile sia già oggetto di un mutuo ipotecario. In questo caso parliamo di ipoteca di secondo grado. In questo specifico caso non possono chiedere accesso al prestito con ipoteca coloro che sono stati segnalati come cattivi pagatori.

L’importo massimo del prestito non è precisamente definitivo, come invece accade nel caso dei prestiti chirografari. Molto dipende, infatti, dal valore dell’immobile che viene concesso in ipoteca. Di solito l’importo del prestito è pari al 50% al valore dell’immobile, in alcuni casi può arrivare anche fino all’80%.

I requisiti necessari per poter accedere a questo prestito sono:

  • avere una casa di proprietà;
  • avere un reddito fisso, come ad esempio un contratto a tempo indeterminato.

I documenti richiesti che vengono richiesti solitamente sono:

  • documento di identità del richiedente;
  • busta paga oppure modello unico che dichiari il reddito mensile o annuale di colui che chiede il prestito;
  • il certificato di proprietà dell’immobile

Questo prestito viene di solito concesso entro 20 o 30 giorni dalla richista dello stesso. I tempi sono abbastanza lunghi per il semplice motivo che devono essere fatte delle stime e delle perizie sull’immobile che viene concesso in ipoteca.